CORSO DI PREPARAZIONE AGLI ESAMI DI IDONEITA’ PROFESSIONALE

(Roma, 15 – 20 Ottobre 2018)

Si fa presente che le lezioni si sono tenute in precedenti corsi di preparazione all’esame e, pertanto, i contenuti possono non essere aggiornati.

Lunedì 15

PROLUSIONE 

Relatore: Carlo Verna presidente Consiglio Nazionale Ordine dei Giornalisti
(durata della lezione: 2 ore )

 

COSTITUZIONE E LIBERTA’ DI STAMPA

Relatore: Roberto Mastroianni (durata: 2 ore)

 

Martedì 16

IL GIORNALE ON LINE

Relatore: Guiseppe Smorto (durata: 1 ora)

La storia, le caratteristiche principali, la tempestività e la multimedialità del giornale on line: uno strumento informativo ormai di larga diffusione.

 

LA GRAFICA

Relatore: Corrado Moretti (durata: 1 ora)
Tecnica dell’impaginazione; composizione delle varie pagine; foliazione e menabò.

 

PRIVACY

Relatore: Ruben Razzante (durata: 2 ore)

Rapporto tra informazione e tutela dei dati personali – Libertà di informazione e il rispetto della dignità e degli altri diritti fondamentali di ogni cittadino – Il rapporto tra giornalismo e privacy – La normativa europea che disciplina la materia. Struttura e compiti dell’Authority – Dalle regole alla vigilanza nei diversi settori della comunicazione.

 

DIRITTO PARLAMENTARE

Relatore: Goffredo  De Marchis ( durata: 2 ore )

Goffredo de Marchis è giornalista politico a Repubblica dalla fine del 2000. Ha cominciato a lavorare nella redazione sportiva del Giorno; nel 1988 è passato al Giornale, dove si è occupato di cronaca nera, prima di diventare cronista parlamentare vicecapo della redazione romana

 

CRONACA

Relatore: Flavio Haver (durata: 2 ore)

Il linguaggio della cronaca con riferimento alla particolare terminologia e alla sostanziale narrazione dei fatti – La costruzione dell’articolo – Le fonti primarie e il rispetto degli indagati.

 

LA PAROLA TRA GIORNALI E TV

Relatore: Fabrizio Binacchi (durata: 1.5 ore)
Analisi dei testi degli articoli e dei titoli di giornali e dei testi dei telegiornali e titoli dei tg alla luce del codice deontologico e della rappresentazione semio-semantica del fatto, con particolare attenzione alla composizione delle frasi giornalistiche tra stereotipi, luoghi comuni e valorizzazioni linguistico-lessicali.

 

Mercoledì 17

LA DEONTOLOGIA parte 1 e parte 2

Relatore: Michele Partipilo (durata: 4 ore)

La concezione del giornalismo è diversa da un’epoca all’altra, da un paese all’altro. La legge del 1963 ha posto la verità come pilastro del lavoro dei giornalisti italiani, nel rispetto dei diritti individuali. Sono i giudici della Corte costituzionale e di quella di Cassazione ad aver fissato i paletti della corretta informazione. Negli anni, l’Ordine ha elaborato una serie di norme deontologiche (la Carta di Treviso, la Carta dei Doveri, quella dell’informazione economica, il Codice della privacy) alle quali devono attenersi gli iscritti all’Albo, con una presa di coscienza ed una serie di decisioni spesso delicate e dolorose.

 

LE FONTI E LE AGENZIE

Relatore: Luigi Contu(durata: 2 ore)

I vari modelli e livelli delle agenzie, la storia e l’importanza del ruolo nella comunicazione – Come le agenzie selezionano le notizie soprattutto il linguaggio usato nel trasmettere i numerosi lanci – La citazione delle fonti e il rapporto con gli abbonati (giornali quotidiani, settimanali, enti, ecc.) – Come è strutturata e organizzata un’agenzia.

 

IL MEZZO RADIO TELEVISIVO

Relatore: Vittorio di Trapani (durata: 2 ore)

Storia di radio e televisione e rapporto dei due media con la carta stampata – influenza sui linguaggi – Il rapporto tra “qualità e audience” – Il servizio pubblico e l’emittenza privata nel contesto politico, le leggi, i condizionamenti e il valore della professionalità – L’avvento di Internet e le prospettive televisive con la nascita del digitale terrestre.

 

CONVERSAZIONE SUGLI ESAMI – GUIDO D’UBALDO – SEGRETARIO CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE DEI GIORNALISTI

 

Giovedì 18

ELEMENTI DI DIRITTO E PROCEDURA PENALE ( Prima ParteSeconda Parte )
Relatore: Maria Grazia Tufariello (durata: 3 ore)
Fonti normative. Illecito penale, civile, amministrativo. Conseguenze. Illecito penale (reato): delitti e contravvenzioni. Imputabilità. Dolo – colpa – preterintenzione. Cause di non punibilità del reato. Condizioni di procedibilità. Cause di estinzione del reato – Prescrizione – sospensione del processo con messa alla prova. Cause di estinzione della pena. Il reato di diffamazione – diffamazione a mezzo stampa.

Il processo penale – l’articolo 111 della Costituzione. Notizia di reato. Fase delle indagini preliminari – raccolta degli elementi di prova – le intercettazioni. Incidente probatorio. Investigazioni difensive. Segreto di indagine e divieti di pubblicazione. Controllo del GIP sulle indagini preliminari. Termini per le indagini – proroga – conclusione. Richieste del P.M. : archiviazione – esercizio dell’azione penale. Dibattimento: modalità; formazione della prova. Riti alternativi: giudizio abbreviato – abbreviato condizionato – patteggiamento. Gradi del giudizio: primo grado, appello, cassazione – Giudici competenti. La Magistratura togata e la Magistratura onoraria. Arresto – fermo; procedimento di convalida. Misure cautelari personali e reali. Giudizio direttissimo – giudizio immediato – decreto penale di condanna.

 

CONTRATTO DI LAVORO GIORNALISTICO

Relatore: Giancarlo Tartaglia (durata: 1 ora)

 

L’EUROPA

Relatore: Stefano Polli (durata: 2 ore)

Storia della Costituzione europea dal Dopoguerra (Roma 1957) ad oggi con riferimento particolare agli attuali problemi e prospettive future – Gli Stati membri, le leggi e le raccomandazioni – Il quadro istituzionale che comprende: Parlamento europeo, il Consiglio europeo, il Consiglio dei Ministri, la Commissione europea e la Corte di Giustizia. Per gli aspetti economici la Banca centrale e la Corte dei Conti.

 

GIORNALISMO SPORTIVO TELEVISIVO

Relatore: Gianfranco Coppola (durata: 1.5 ore)

 

GIORNALISMO D’INCHIESTA
RelatoreDavide Vecchi (durata: 1.5 ore)
Cosa è il giornalismo investigativo. Quattro caratteristiche fondamentali che lo differenziano dagli altri generi. Le regole e i limiti delle indagini. Il reperimento delle informazioni. I possibili accessi agli atti. Il rapporto con le fonti: come gestirle, i rischi da evitare, i metodi per tutelarle, etica e principi deontologici. Strumenti di lavoro. Il punto di partenza di un approfondimento e la costruzione di una inchiesta.

 

Venerdì 19

 

PRIMA SIMULAZIONE PROVE SCRITTE (durata: 4 ore)

In analogia con quanto avviene nelle prove di esame, i partecipanti al corso dovranno sostenere due esercitazioni: nella prima (lunedì 15 ottobre) l’elaborazione dell’articolo e nella seconda prova (venerdì 19 ottobre), l’elaborazione dell’articolo, della sintesi e le risposte ai quesiti.

 

GIORNALISMO SPORTIVO CARTA STAMPATA

Relatore: Stefano Barigelli ( durata: 1 ora )

 

ECONOMIA ITALIANA E LE REGOLE EUROPEE (INTEGRAZIONE)

Relatore: Dino Pesole (durata: 2 ore)

I conti pubblici, tra vincoli italiani ed europei. Dal Def alla legge di Bilancio. Le incognite del dopo voto.

 

EQUO COMPENSO

Relatore: Guido Grassi ( durata: 1 ora )