Skip to top of page

E' morta Luciana Alpi, la mamma di Ilaria. Da 24 anni cercava la verità.

E' morta a Roma Luciana Alpi, la mamma di Ilaria, la giornalista del Tg3 uccisa il 20 marzo del 1994 a Mogadiscio, in Somalia, insieme al collega Miran Hrovatin. Aveva 85 anni e da alcuni giorni era ricoverata in ospedale. Da 24 anni cercava la verità sull'omicidio della figlia. Proprio in questi giorni il gip di Roma si deve pronunciare sulla richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura sull'inchiesta per i fatti di 24 anni fa.
Il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti Carlo Verna, a nome di tutto il Consiglio nazionale, esprime cordoglio per la morte di Luciana Alpi. 

Alpi-Hrovatin, il gip rinvia la decisione. Fnsi, Usigrai, Ordine e Articolo21: Noi non archiviamo

«Prendiamo atto del rinvio e ci auguriamo che queste due settimane possano servire a riaprire l'inchiesta e ad accertare quanto meno la spaventosa catena di depistaggi e omissioni che hanno segnato questa tragedia. Un grazie a tutte le associazioni che anche oggi hanno partecipato al presidio con l'impegno di ritornare nel giorno nel quale sarà fissata la prossima udienza che potrebbe risultare decisiva. Fino alla fine, verità e giustizia per Ilaria Alpi e Miran Hrovatin».

Consiglio nazionale: la storia e il futuro del giornalismo si incontrano

La storia e il futuro del giornalismo si sono incrociati nella Sala Ocera del Consiglio nazionale dell’Ordine.  Di fronte  Romano Michieli (nella foto secondo da sinistra),  il calligrafo che sin dall'istituzione dell'Ordine ha vergato i diplomi con i nomi  dei giornalisti promossi all'esame di idoneità professionale, e  Francesca Muccio (nella foto prima da sinistra), giovane giornalista pubblicista che ha donato alla biblioteca del Consiglio nazionale la sua tesi di laurea.  Intitolata “Il segreto professionale nel giornalismo d’inchiesta: recenti orientamenti di dottrina e giurisprudenza” la tesi è stata discussa presso il Dipartimento di Giurisprudenza, cattedra di Metodologia della Scienza Giuridica dell'Universit

Premio giornalistico “Carlo Azeglio Ciampi”: bandita la seconda edizione

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti ha bandito la seconda edizione del Premio giornalistico “Carlo Azeglio Ciampi”, istituito per ricordare il Presidente Emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi che, durante il suo mandato, fu molto sensibile sui temi della libertà di espressione e di stampa e in diverse occasioni esortò e incoraggiò i giornalisti a “tenere la schiena dritta”.
Il premio è riservato ai colleghi che abbiano trattato, nel corso del 2017 e fino ad aprile 2018, su testate registrate,  i temi più cari a Ciampi, in particolare quelli della difesa della Costituzione, della libertà e della dignità dei cittadini, dell’integrità dell’informazione.
Dagli Ordini regionali

AVVISO DI ASSEMBLEA ED ELEZIONI

L'assemblea per l'elezione del Consiglio regionale dell'Ordine dei Giornalisti della
Sardegna, di cui all’art. 4 e segg. della legge 3/2/1963 n. 69, si terrà in prima convocazione
domenica 6 maggio 2018 alle ore 05:00 ed in seconda convocazione domenica 13 maggio 2018,
nella sede di via Barone Rossi, 29, Cagliari, inizio ore 09,30, con il seguente ordine del giorno:
1) relazione del presidente;
2) insediamento dei seggi;
3) elezione del nuovo Consiglio;
4) elezione del Collegio dei revisori dei conti.
I seggi per le votazioni saranno aperti dalle ore 10.30 alle ore 19.00 nella sede dell'Ordine,
via Barone Rossi 29 a Cagliari; a Sassari nei locali della Nuova Sardegna in Regione Predda
Niedda Strada 31, a Olbia, nei locali della Nuova Sardegna, Via Capo Verde - Zona Industriale -
settore 4.

Costituita la Fondazione Ordine dei Giornalisti della Toscana

in
Tutelare e valorizzare la figura del giornalista, promuovendo ogni iniziativa volta a migliorare la sua formazione, i percorsi di accesso alla professione e il lavoro quotidiano: sono questi i principali obiettivi della nuova  Fondazione dell'Ordine dei Giornalisti della Toscana, che è stata costituita formalmente nella giornata di oggi.

“L’Ordine ha bisogno di dotarsi di uno strumento idoneo alla programmazione di una formazione permanente di qualità, capace cioè di promuovere corsi, convegni e seminari - spiega  Carlo Bartoli,  presidente di Odg Toscana e della nuova Fondazione Ordine dei Giornalisti della Toscana – Inoltre, i continui mutamenti nella professione giornalistica rendono sempre più urgente adottare strumenti adeguati a sostenere nuove iniziative imprenditoriali per i giornalisti: la Fondazione è lo strumento adatto per rispondere a questo tipo di esigenze”.

Agenda

  • Nessun prossimo evento disponibile
« Giugno 2018 »
LunMarMerGioVenSabDom
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930