Newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Link

inpgi
casagit
fondo giornalisti
fieg
Garante per la protezione dei dati personali
murialdi
agcom
precariato

Primo piano

02/11/2008

Minacce a Federica Sciarelli. La solidarietà dell’Odg

“Chi l’ha visto fa del buon giornalismo d’inchiesta. Gli episodi che è possibile citare con protagonista la trasmissione di Federica Sciarelli e il suo staff sono innumerevoli. Il fatto che qualcuno risponda con la violenza dell’irruzione in uno studio televisivo o, ancor peggio, con le minacce ai giornalisti e ai loro affetti è il segnale dell’esistenza di sacche di inciviltà alle quali, ne siamo certi, Chi l’ha visto, Federica Sciarelli e il suo staff risponderanno con il rigore del lavoro. Occorre non conoscere Sciarelli e gli altri colleghi per ipotizzare che si riesca ad intimidirli.
02/11/2008

Gruppo Pubblicismo: riunione del 28 ottobre 2008

Il Gruppo “Pubblicismo” dell’Ordine nazionale dei giornalisti, riunitosi a Roma il 28 ottobre 2008, dopo un ampio e approfondito dibattito, anche alla luce del documento di indirizzo della riforma dell’Ordine, approvato dal Consiglio nazionale nella riunione del 17 ottobre 2008, ha preso atto della necessità di indicare all’Esecutivo nazionale dell’Ordine i seguenti impegni inderogabili:
30/10/2008

Premio Cutuli: premiati i vincitori della quarta edizione

L'impegno nel dialogo dell'israeliano Nahum Borea, la lotta contro la mafia del siciliano Vincenzo Marannano e il lavoro televisivo di Monica Maggioni, prima giornalista 'embedded', hanno trionfato nella quarta edizione del premio giornalistico internazionale dedicato alla memoria di Maria Grazia Cutuli, l'inviata del Corriere della Sera morta in un agguato in Afghanistan nel 2001.
Oltre ai giornalisti gia' affermati, il premio istituito dalla Fondazione Maria Grazia Cutuli Onlus, sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica, e sostenuto, tra gli altri, dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, ha riconosciuto il merito di tre giovani laureati: Francesco Marone per la sua tesi sulla politica degli attacchi suicidi in Palestina, Francesca Ghirardelli per il lavoro di ricerca sulle f
30/10/2008

La volontà dei giornalisti è quella di impegnarsi per dare ai cittadini le informazioni di cui hanno bisogno

 “Ci sono momenti in cui essere distratti rischia di sconfinare nella complicità. Ci sono luoghi, come Caserta, nei quali ogni silenzio dei giornalisti è ancora peggiore della complicità. L’Ordine deve avere la forza di guardare al suo interno per evitare che la responsabilità di chi guarda ad altro o di chi sceglie la strada del silenzio diventi un oltraggio alla memoria di Giancarlo Siani e al prezioso lavoro che nell’interesse dei cittadini svolgono Rosaria Capacchione e tanti altri anonimi giornalisti che vivono la professione tenendo la schiena dritta”.
22/10/2008

Giornalisti e segreto d’ufficio: vani i richiami del Vice Presidente Mancino

“Il rischio è che si precipiti davvero nel ridicolo. A parte questa considerazione non marginale che chiunque può fare: i custodi del segreto d’ufficio non sono, né possono essere, i giornalisti. Lo stesso Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura Nicola Mancino ha più volte e pubblicamente affermato che il dovere del giornalista è quello di informare i cittadini, non già custodire segreti che altri, che ne sono titolari, violano”. È questa la dichiarazione del segretario dell’Ordine nazionale dei giornalisti Enzo Iacopino in riferimento alle perquisizioni avvenute, per ordine della Procura di Genova, nelle abitazioni della giornalista Ilaria Cavo e nella redazione di Mediaset, dove lavora.