Tariffario 2007 – Compensi minimi per le prestazioni autonome dei giornalisti

TARIFFARIO 2007
Compensi minimi per le prestazioni professionali giornalistiche
nei quotidiani, nei periodici, anche telematici, nelle agenzie,
nelle emittenti radiotelevisive e negli uffici stampa

 

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti nella seduta del 20 e 21 Dicembre 2006
visti gli artt. 2, 11 e 35 della legge 3.2.1963 n.69;
visto l’art.20 ter lettera a) del D.P.R. 3.5.1972 n. 212;
visti gli artt. 2230, 2231 e 2233 del codice civile
D E L I B E R A
E’ approvata la seguente tabella dei compensi minimi, al netto delle contribuzioni previdenziali, per le prestazioni professionali autonome dei giornalisti (locatio operis) non regolate dal contratto collettivo di lavoro perché non comportanti subordinazione anche se costituenti cessioni di diritto d’autore.

 

TITOLO I
NOTIZIE ARTICOLI E SERVIZI

 

A) Quotidiani e periodici a diffusione nazionale con tiratura oltre 250.000 copie – Agenzie di stampa a diffusione nazionale – Periodici stranieri – Emittenti radiotelevisive a diffusione nazionale e network

 

1) Notizia € 33,00
2) Articolo € 171,00
3) Servizio € 342,00

 

B) Quotidiani e periodici a diffusione nazionale con tiratura fino a 250.000 copie

 

1) Notizia € 30,00
2) Articolo € 159,00
3) Servizio € 318,00

 

C) Quotidiani e periodici a diffusione regionale o locale con tiratura oltre 40.000 copie – Agenzie di stampa a diffusione regionale o locale – Emittenti radiotelevisive a diffusione regionale o locale, con potenziale bacino di utenza superiore a 400.000 destinatari

 

1) Notizia € 29,00
2) Articolo € 148,00
3) Servizio € 214,00

D) Quotidiani a diffusione regionale o locale con tiratura fino a 40.000 copie – Periodici a diffusione regionale o locale con tiratura da 10.000 a 40.000 copie – Emittenti radiotelevisive a diffusione regionale o locale con potenziale bacino di utenza da 100.000 a 400.000 destinatari

 

1) Notizia € 28,00
2) Articolo € 93,00
3) Servizio € 122,00

 

E) Periodici a diffusione regionale o locale con tiratura fino a 10.000 copie -Emittenti radiotelevisive a diffusione regionale o locale con potenziale bacino di utenza fino a 100.000 destinatari

 

1) Notizia € 25,00
2) Articolo € 60,00
3) Servizio € 93,00

 

F) Quotidiani e periodici telematici e agenzie collegati a quotidiani, periodici e agenzie a diffusione nazionale o con visite mensili superiori a 150.000

1) Notizia € 28,00
2) Articolo € 93,00

 

G) Quotidiani e periodici telematici e agenzie con visite mensili inferiori a 150.000

1) Notizia € 25,00
2) Articolo € 60,00

 

 

 

TITOLO II

 

COLLABORAZIONI PROFESSIONALI COORDINATE E CONTINUATIVE

 

Quotidiani e periodici anche telematici, agenzie di stampa, emittenti radiotelevisive e network (su base annuale da corrispondere per frazioni mensili)

1) Per almeno 2 collaborazioni al mese € 2.178,00
2) Per almeno 4 collaborazioni al mese € 4.357,00
3) Per almeno 8 collaborazioni al mese € 8.709,00
4) Per almeno 14 collaborazioni al mese € 11.760,00

 

TITOLO III

 

SERVIZI FOTOGIORNALISTICI

 

A) Quotidiani e periodici a diffusione nazionale con tiratura oltre 250.000 copie – Periodici stranieri – Emittenti radiotelevisive a diffusione nazionale e network

 

1) Fotografia singola bianco e nero € 136,00
2) Fotografia singola colore € 153,00
3) Foto in copertina bianco e nero € 427,00
4) Foto in copertina colore € 460,00
5) Ripubblicazione € 101,00

 

B) Quotidiani e periodici a diffusione nazionale con tiratura fino a 250.000 copie

 

1) Fotografia singola bianco e nero € 122,00
2) Fotografia singola colore € 137,00
3) Foto in copertina bianco e nero € 355,00
4) Foto in copertina colore € 400,00
5) Ripubblicazione € 87,00

 

C) Quotidiani e periodici a diffusione regionale o locale con tiratura oltre 40.000 copie – Emittenti radiotelevisive a diffusione regionale o locale con potenziale bacino di utenza superiore a 400.000 destinatari

 

1) Fotografia singola bianco e nero € 93,00
2) Fotografia singola colore € 108,00
3) Foto in copertina bianco e nero € 122,00
4) Foto in copertina colore € 153,00
5) Ripubblicazione € 52,00

 

D) Quotidiani a diffusione regionale o locale con tiratura fino a 40.000 copie – Periodici a diffusione regionale o locale con tiratura da 10.000 a 40.000 copie – Emittenti radiotelevisive a diffusione regionale o locale con potenziale bacino di utenza da 100.000 fino a 400.000 destinatari

 

1) Fotografia singola bianco e nero € 81,00
2) Fotografia singola colore € 92,00
3) Foto in copertina bianco e nero € 110,00
4) Foto in copertina colore € 122,00
5) Ripubblicazione € 38,00

 

E) Periodici a diffusione regionale o locale con tiratura fino a 10.000 copie – Emittenti radiotelevisive a diffusione regionale o locale con potenziale bacino di utenza fino a 100.000 destinatari

 

1) Fotografia singola bianco e nero € 49,00
2) Fotografia singola colore € 60,00
3) Foto in copertina bianco e nero € 72,00
4) Foto in copertina colore € 93,00
5) Ripubblicazione € 24,00

 

F) Quotidiani e periodici telematici con visite mensili superiori a 150.000

 

1) Fotografia singola bianco e nero € 122,00
2) Fotografia singola colore € 137,00
3) Foto in copertina bianco e nero € 355,00
4) Foto in copertina colore € 400,00
5) Ripubblicazione € 87,00

 

G) Quotidiani e periodici telematici con visite mensili inferiori a 150.000

1) Fotografia singola bianco e nero € 93,00
2) Fotografia singola colore € 108,00
3) Foto in copertina bianco e nero € 122,00
4) Foto in copertina colore € 153,00
5) Ripubblicazione € 52,00

 

NOTA I – I compensi indicati si riferiscono a servizi giornalistici completi di tutte le indicazioni essenziali per la corretta pubblicazione in rapporto alla identità dei personaggi che appaiono nelle immagini, al luogo, alla data e ad una cronaca giornalistica dell’avvenimento cui le fotografie si riferiscono, escluso naturalmente l’eventuale testo, che va compensato a parte.

 

NOTA II – Tutti i compensi si riferiscono a fotografia singola e, quando il servizio comprende più fotografie diverse fra loro, il minimale di cessione si intende triplicato.

 

TITOLO IV

 

SERVIZI CINE-VIDEOGIORNALISTICI

 

A) Emittenti radiotelevisive a diffusione nazionale e network

Servizio non superiore a 180" € 1.334,00

 

B) Emittenti radiotelevisive a diffusione regionale o locale

Servizio non superiore a 180” € 792,00

 

C) Attività cinevideogiornalistica di collaborazione pro-tempore

 

Al giorno € 428,00

 

D) Collaborazioni coordinate e continuative (su base annuale da corrispondere per frazioni mensili)

 

1) Per almeno 2 collaborazioni al mese € 2.178,00
2) Per almeno 4 collaborazioni al mese € 4.356,00
3) Per almeno 8 collaborazioni al mese € 8.709,00
3) Per almeno 14 collaborazioni al mese € 11.760,00

 

NOTA I – Il compenso indicato per la cessione e la distribuzione del servizio si intende per una ripresa su nastro o su pellicola cinematografica realizzata con materiale tecnico proprio comprensivo di eventuale utilizzo di personale tecnico ausiliario completo di montaggio e con indicazioni tecnico-giornalistiche necessarie per la stesura del testo.

 

NOTA II – Tutto il materiale videocinematografico girato per la realizzazione del servizio e non utilizzato rimane di proprietà dell’autore.

 

NOTA III – Il servizio ceduto rimane in esclusiva dell’emittente per 48 ore se utilizzato per un telegiornale quotidiano, per 15 giorni se invece utilizzato per rubriche o speciali settimanali.

 

NOTA IV – Nel caso di servizio di durata superiore a 180” o di esclusiva, il prezzo di cessione è lasciato alla libera contrattazione e comunque superiore a quanto stabilito nelle lettere A) e B).

 

NOTA V – La tariffa indicata alla lettera C) è intesa per l’utilizzo di una collaborazione di carattere esclusivamente professionale con supporti tecnici messi a disposizione dal richiedente.

 

TITOLO V

 

PRESTAZIONI PER UFFICI STAMPA

 

A) Prestazioni fisse continuative da addetto stampa, portavoce e collaboratore professionale di uffici stampa pubblici e privati senza vincolo di orario e di presenza

 

1) Su base annuale € 35.571,00
2) Su base semestrale € 17.766,00

 

Per prestazioni saltuarie i compensi sono rapportati ad ogni singola prestazione secondo le tariffe sottoesposte

 

B) Organizzazione di una conferenza stampa

 

1) Per una manifestazione a carattere regionale € 4.993,00
2) Per una manifestazione a carattere nazionale € 7.284,00

 

C) Responsabilità di ufficio stampa per manifestazione di breve durata con adeguato lavoro preparatorio redazionale, contatti con la stampa, redazione comunicati, organizzazione conferenza stampa e incontri di lavoro

 

1) Manifestazione della durata sino a 5 giorni € 8.665,00
2) Manifestazione della durata sino a 10 giorni € 11.456,00

 

D) Attività giornalistica di collaborazione pro-tempore

 

Al giorno € 427,00

 

E) Stesura di testi per conto di un ufficio stampa

 

1) Fino a due cartelle (25 righe a 60 battute l’una) € 153,00
2) Oltre le due cartelle e fino a cinque € 247,00

 

TITOLO VI

 

IMPOSTAZIONE GRAFICA DI PUBBLICAZIONI QUOTIDIANE E PERIODICHE

 

1) Impostazione di base della pubblicazione (primo numero)

 

A carattere nazionale € 3.024,00
A carattere regionale o locale € 489,00

2) Impostazione di base di una pagina (prima volta)

Per una pubblicazione a carattere nazionale € 121,00
Per una pubblicazione a carattere regionale o locale € 47,00

TITOLO VII

 

DIRETTORE RESPONSABILE CHE ESPLICA IN MANIERA SALTUARIA PRESTAZIONI GIORNALISTICHE AUTONOME (locatio operis) NON COMPORTANTI CIOE’ SUBORDINAZIONE

 

1) Di periodici a diffusione regionale o locale e/o specializzati (aziendali, sindacali, associativi, di categoria o editati da enti pubblici e privati)

 

a) Con tiratura oltre 400.000 copie a numero € 1.350,00
b) Con tiratura da 10.000 a 400.000 copie a numero € 705,00
c) Con tiratura fino a 10.000 copie a numero € 367,00

 

2) Di emittenti radiotelevise a diffusione regionale o locale

 

a) Con potenziale bacino di utenza superiore a 400.000 destinatari, al mese € 1.968,00
b) Con potenziale bacino di utenza da 100.000 a 400.000 destinatari, al mese € 1.350,00
c) Con potenziale bacino di utenza fino a 100.000 destinatari, al mese € 900,00

 

3) Di quotidiani e periodici telematici e agenzie collegati a quotidiani, periodici e agenzie

 

A diffusione nazionale o con visite mensili
superiori a 150.000 € 705,00

 

4) Di quotidiani e periodici telematici e agenzie

 

Con visite mensili inferiori a 150.000 € 367,00

 

TITOLO VIII

 

NORME PER L’APPLICAZIONE DEL TARIFFARIO

 

A) Il presente tariffario indica cifre minime, al lordo delle ritenute fiscali di legge, al di sotto delle quali l’Ordine dei Giornalisti ritiene che non sia possibile andare, stabilendo in tal caso la incongruità del compenso. In ogni caso la determinazione dell’effettivo ammontare dei corrispettivi deve tenere conto della qualità del committente, dei compiti in concreto demandati al giornalista, dell’impegno necessario del tempo richiesto.

 

B) Le spese sostenute dal collaboratore e direttamente inerenti le prestazioni sono rimborsate a piè di lista, su presentazione di idonea documentazione, salvo patto contrario scritto.

 

C) I compensi di cui sopra sono dovuti anche in caso di mancata pubblicazione del materiale giornalistico commissionato oppure inviato nel quadro della collaborazione concordata, a meno che il materiale stesso non venga tempestivamente restituito all’autore con espressa motivazione entro tre giorni per quotidiani, agenzie di stampa, settimanali e bisettimanali, ed entro dieci giorni per i mensili.

 

D) Ai fini del presente tariffario si adottano le seguenti definizioni:
a) Notizia: è una concisa informazione fornita dal giornalista su fatti o situazioni
b) Articolo: è un testo in chiave di resoconto o di analisi su fatti o temi diversi fino a due cartelle da 25 righe di 60 battute l’una (esempio: politici, economici, sociali, morali, religiosi, culturali, sportivi, etc.)
c) Servizio: è un elaborato oltre le due cartelle più complesso e articolato che presuppone un approfondito lavoro di indagine o di ricerca.

 

E) L’applicazione delle presenti tariffe e la liquidazione del compenso sono soggette alla vigilanza e alla disciplina del Consiglio regionale dell’Ordine al quale il giornalista è iscritto.

 

F) In caso di contestazione giudiziale o extra-giudiziale, il giornalista può rivolgersi al competente Consiglio regionale dell’Ordine per ottenere il parere sulla congruità del compenso, ai sensi degli artt. 633 e 636 cpc.

G) In armonia con le norme concordate in sede di CCNL giornalistico, modifiche ed integrazioni sostanziali ad ogni articolo o servizio firmato devono essere apportate con il consenso dell’autore, sempre che sia reperibile. L’articolo non dovrà comparire firmato nel caso in cui le modifiche siano apportate senza l’assenso del giornalista. Gli articolisti non possono cedere prima di 10 giorni articoli se inviati ai quotidiani o di 30 giorni se inviati ai periodici senza previo consenso del direttore.

 

H) L’articolista può pubblicare in volume gli articoli inviati, siano o non siano stati retribuiti, tre mesi dopo la consegna dell’ultimo della serie, anche se non pubblicati dal giornale al quale erano destinati. Per gli addetti ai periodici, il termine indicato nel comma che precede è di un anno, salvo diverso accordo scritto tra le parti.

 

I) L’utilizzazione della prestazione giornalistica regolata dal tariffario è limitata ai media per i quali la collaborazione è stata richiesta. Le eventuali ulteriori utilizzazioni, anche parziali, nell’ambito delle attività dello stesso editore o presso altri editori, debbono essere autorizzate dall’autore, concordando il relativo compenso, che per ogni successiva utilizzazione non potrà comunque essere inferiore al 30% del corrispettivo iniziale.

 

L) Il compenso di un elaborato oltre le cinque cartelle è maggiorato del 20%.

 

M) Si riconosce al collaboratore inviato fuori sede per un servizio l’indennità (il 30% del compenso tabellare) che il contratto nazionale di lavoro (art.7) accorda ai giornalisti chiamati occasionalmente a prestare la propria opera in funzione di inviati.

 

TITOLO IX

 

I compensi erogati sono al netto delle contribuzioni previdenziali e, pertanto, non ricomprendono il contributo del 12%, ai sensi del D. Lgs n.103/96, da versare alla "Gestione separata lavoro autonomo INPGI". Detto contributo è così ripartito:
– 10% del reddito imponibile a totale carico dell’iscritto;
– 2% a titolo di contributo integrativo, a carico di coloro (aziende, etc.) che si avvalgono dell’attività professionale, calcolato sul reddito lordo e addebitato dall’iscritto all’azienda, con indicazione nella relativa fattura, all’atto di ogni pagamento.
Il versamento alla gestione separata Inpgi dell’intero contributo dovuto (12%) è a carico del giornalista.