Autore: Nicola Attadio

Editore: Bompiani (2018), pag.204, Euro 16,00

 

Settembre 1887: una ragazza bussa alla porta di John Cockerill, direttore del “New York World” di Joseph Pulitzer. Chiede di essere assunta come reporter. Nessuna donna aveva mai osato tanto. Il suo nome è Elizabeth Cochran, ha ventitré anni, ma già da tre scrive per un quotidiano di Pittsburg firmandosi Nellie Bly. La sua idea di una inchiesta sotto copertura a Blackwell Island, manicomio femminile di New York, convince Cockerill e Pulitzer ad accettare la sfida. Ne nasce un reportage che farà la storia del giornalismo. Da qui, in un crescendo di popolarità e sotto mille travestimenti, Nellie racconterà l’America agli americani. Sarà l’incubo di politici e benpensanti, viaggerà in tutto il mondo.

Mentre i grattacieli, i treni, il telegrafo e poi la guerra trasformano la realtà, Nellie Bly si trova a essere pioniera della figura della donna indipendente, artefice del proprio destino, della giornalista intrepida, armata solo del proprio sguardo libero e della propria voce.

Nicola Attadio, responsabile dell’ufficio stampa della casa editrice Laterza, è Autore e conduttore della trasmissione “Vite che non sono la tua” (Radio 3).