Autore: Gaia Simonetti (a cura di)

Editore: ADV (2018), pag.129, Euro 13,00

Sopravvissute ai loro figli hanno deciso di riprendere a vivere, lasciando spazio alla speranza. Sono Barbara, Giovanna, Laura, Paola, Stefania e ancora Stefania, mamme di un bimbo mai nato, di Mauro, Elena, Michela, Lorenzo, Filippo, portati via dal terremoto, da un incidente stradale o vittime di femminicidio. Figlie e figli a cui si rivolgono per raccontare cos’è la vita oggi, senza di loro, e per ricordare chi erano quei ragazzi che non ci sono più. Dialoghi ideali raccolti in queste pagine, curate dalla giornalista Gaia Simonetti che le ha fatte incontrare.

Vivono in città diverse (Firenze, Mantova, Rieti), non si conoscevano, ma insieme queste sei mamme hanno deciso di condividere esperienze, sentimenti e la forza di ripartire quando pensavano che la loro vita fosse finita, anche per aiutare chi come loro ha subito questo dolore immenso. Come Stefania che a Lorenzo, portatole via da un incidente stradale e in nome del quale oggi si batte per la sicurezza stradale, racconta: “Nella tua famiglia stiamo facendo tutti del nostro meglio per meritare la vita che abbiamo, per ricambiare di quanto ci hai dato e per non deluderti”.

La mamma di Filippo, Stefania, ricorda invece quei “terribili 142 secondi, dell’agosto di due anni fa, il terremoto di Amatrice che le portò via il figlio: “Dopo averti visto uscire vivo dalle macerie – gli racconta –, ho sperato nel miracolo. Mi rimangono i ricordi nitidi di quando salivo in mansarda a osservarti mentre dormivi…”.  Infine Barbara che ha perso il figlio, quando ancora lo aveva in grembo, e al quale ha deciso di scrivere non avendo potuto vederlo, conoscerlo, prenderlo tra le braccia.

Nella premessa (“La strada dell’amore”), Saverio Scuccimarri, caporedattore Edizioni ADV, scrive che le mamme parlano ai loro figli scomparsi, ma lo fanno attraverso delle lettere i cui destinatari siamo noi, noi che non riusciamo a trattenere le lacrime, noi che davanti a queste parole proviamo sentimenti contrastanti di ammirazione per il coraggio e la forza di queste donne.

Gaia Simonetti cura la Comunicazione della Lega Calcio Professionistico; in precedenza ha lavorato come Responsabile Segreteria-Comune di Firenze, nell’Assessorato Turismo, Moda e Pari Opportunità. In ricordo dell’ex CT del ciclismo Franco Ballerini, con la collaborazione di Alfredo Martini, ha pubblicato “Azzurra è la notte. Franco Ballerini, l’uomo”.