L’Ordine Nazionale dei Giornalisti condanna il vile attacco nei confronti del collega Paolo Berizzi, giornalista di Repubblica, ancora una volta nel mirino di gruppi neofascisti che hanno imbrattato con scritte minacciose e offensive l’ingresso e il portone della casa dove abita con la sua famiglia.

Paolo Berizzi è stato minacciato per aver ‘osato’ tracciare la mappa delle loro attività e dei loro proclami contro la Costituzione e la legalità repubblicana nel suo libro”NazItalia” e in numerosi articoli usciti sul quotidiano La Repubblica. Nei mesi scorsi erano apparsi anche striscioni e volantini contenenti minacce e la presentazione del suo libro è stata più volte interrotta dagli squadristi.

“La nostra preoccupazione –  ha sottolineato Carlo Verna presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti – è per un clima di odio crescente che si sta sviluppando nei confronti di chi, raccontando, concretizza il diritto dei cittadini ad essere informati. Il caso Berizzi, da questo punto di vista è emblematico”.