(Come progettare, girare, montare e distribuire video professionali con il telefonino e…poco altro)

Autore: Nico Piro (con il contributo di Enrico Farro)

Editore: Centro di Documentazione Giornalistica (2018), pag.283, Euro 29,00

 

Questo libro spiega, pagina dopo pagina, come trasformare uno smartphone in un strumento di ripresa professionale, in un mezzo per produrre e distribuire contenuti multi-piattaforma. L’Autore illustra, nello stesso tempo i fondamenti della “grammatica” dell’immagine e le tecniche di ripresa. In dettaglio, poi, approfondisce il funzionamento delle applicazioni più idonee a riprendere, a montare e a distribuire filmati, sia in ambito iOS che Android. Evidenzia, infine, i pro e i contro degli accessori utilizzabili con lo smartphone.

È il primo manuale italiano sul Mobile Journalism (MoJo), realizzato per coloro che si cimentano con il racconto della realtà, attraverso le immagini, e apprendere come passare dalla realizzazione di un prodotto amatoriale a uno professionale.

Nella prima parte è precisato che il Mobile Journalism è indicato per i giornalisti radio, per quelli della carta stampata, per addetti stampa e free-lance, per i giornalisti della Tv “tradizionale” .

In dettaglio il libro affronta il tema dei “ferri del mestiere”, della produzione e della post-produzione mobile, della “grammatica” dell’immagine e del passaggio dal giornalismo “immobile” a quello “mobile”.

Nico Piro, inviato speciale della Rai, è considerato il pioniere italiano del Mobile Journalism. Ha pubblicato: “Come si produce un Cd-Rom” (1997),”Cyberterrorismo” (1998) e “Afghanistan: Missione Incompiuta” (2016).

Enrico Farro, filmaker, ha collaborato e collabora con Rai, Sky e Mediaset. Documentarista e videomaker, si occupa anche di formazione.