Solidarietà attiva del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e di tutti i presidenti e i vice-presidenti regionali ai colleghi de La Città di Salerno dove sono in corso quattro licenziamenti (su tredici giornalisti) a causa di una ristrutturazione aziendale che prevede pesanti tagli alla redazione.
Le comunità hanno il diritto ad essere informate e non è possibile che siano esse a pagare il prezzo di errori gestionali delle aziende editoriali. L’informazione non è una merce come tutte le altre, ma un diritto costituzionale che va salvaguardato e garantito” è quanto affermato dal Presidente del Cnog Carlo Verna ricevendo, nel corso della Consulta dei presidenti degli Ordini regionali, i giornalisti Piero delle Cave e Maurizio D’Elia in rappresentanza della redazione, che è in stato di agitazione ed oggi è al quinto giorno consecutivo di sciopero.
Verna ha ribadito la vicinanza e l’impegno del Cnog per una soluzione positiva della vertenza ed ha ricordato anche la vicenda della Gazzetta del Mezzogiorno, anch’essa con la redazione oggi in sciopero, dove è in corso un’analoga ristrutturazione che mette in serio pericolo la sopravvivenza del giornale.