L’attenzione a valori autenticamente umani che rendano il servizio pubblico radiotelevisivo presidio di ponti e dialogo è solo la prima delle ragioni che spingono l’Ordine nazionale dei giornalisti a felicitarsi per la rielezione, con ampio consenso, di Vittorio Di Trapani alla guida dell’Usigrai.
Continuerà così un lavoro che ha saldato più aspetti rilevanti al di là della solida tutela dei colleghi della Rai. Tra questi l’esigenza di trasparenza nelle assunzioni col grande concorso svoltosi nel 2015 e che l’Ordine auspica, facendo appello anche all’azienda,  possa essere riproposto al più presto (salvaguardati tutti gli altri diritti ) per dare una chance a tanti giornalisti e l’inserimento nell’estensione del contratto nazionale del riferimento al Testo Unico sulla deontologia del 2016, che in tal modo coinvolge direttamente in responsabilità di vigilanza anche l’editore pubblico.

 


Rai: Usigrai, Di Trapani confermato segretario nazionale

Vittorio di Trapani è stato riconfermato Segretario nazionale dell’Usigrai per la terza volta.
Il nuovo mandato è stato affidato all’unanimità dall’Esecutivo nazionale eletto dal Congresso del sindacato delle giornaliste e dei giornalisti della Rai che si è concluso a Bologna.
La lista unitaria #UsigraInsieme ha ottenuto una larga maggioranza nel voto per l’Esecutivo (9 componenti su 2) e ha fatto il pieno in tutte le Commissioni statutarie.
La lista Pluralismo e Libertà ha ottenuto 2 componenti del nuovo Esecutivo.  Il nuovo Esecutivo è così composto: Vittorio di Trapani, Stefania Bolzan, Lidia Galeazzo, Pietro Di Lazzaro, Antonio Gnoni, Daniele Macheda, Gian Mario Nucci, Angelo Oliveto, Pierfrancesco Pontecorvo, Giuseppe Malara, Americo Mancini. (ANSA)