Si è svolta a Offida la sesta edizione del premio Tonino Carino, indimenticato giornalista della Rai, una delle colonne di “Novantesimo minuto”.  Il premio, patrocinato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, è andato tra gli altri a Tina Montinaro, moglie di Antonio, capo scorta del giudice Falcone, per la “Battaglia contro la mafia e la difesa della legalità”, e a Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, per la “Battaglia dei diritti civili”.
Le donne si sono strette in un lungo e affettuoso abbraccio durante la serata di consegna dei riconoscimenti a Offida in memoria del giornalista sportivo della Rai scomparso nove anni fa.
Un Premio – ha detto il sindaco di Offida Valerio Lucciarini – cresciuto negli anni fino ad arrivare a una sesta edizione storica per personalità presenti e argomenti prodotti”.  Un premio è stato assegnato a Bruno Pizzul. Tra gli altri premiati Fabrizio Maffei (Carriera giornalistica sportiva), Marino Bartoletti (Giornalismo sportivo) e Ferruccio Gard (Telecronaca sportiva).
Tre, su 129 elaborati, i giovani vincitori nel concorso: Francesco La Luna (giornalismo sportivo), Nicola Baroni (d’inchiesta) e Lorenzo Pastuglia (territoriale). In rappresentanza del Consiglio Nazionale il segretario Guido D’Ubaldo.