Newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Link

inpgi
casagit
fondo giornalisti
fieg
Garante per la protezione dei dati personali
murialdi
agcom
precariato

Sardegna

29/03/2017

Assemblea iscritti Odg Sardegna

L’assemblea generale dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna è convocata a Cagliari per lunedì 20 marzo 2017, ore
04.00, in prima convocazione e per lunedì 27 marzo 2017, ore 10.00, in seconda convocazione, nella sede di via
Barone Rossi 29, a Cagliari. Per essere valida l’assemblea deve raggiungere il numero legale della metà degli iscritti più
uno, per cui è prevedibile che, come tradizione, i lavori si tengano in seconda convocazione.
Questo l’ordine del giorno:
1) discussione e votazione del bilancio consuntivo 2016 e di previsione 2017;
2) relazione del presidente del Consiglio di disciplina territoriale;
3) varie ed eventuali.
ALTRE COMUNICAZIONI
Quota annuale
Il 31 gennaio sono scaduti i termini di legge per il pagamento delle quote annuali. Il versamento va fatto in un’unica
06/10/2016

SBARCO DI MIGRANTI A CAGLIARI. GIORNALISTI CHIUSI IN UN RECINTO

Ancora uno sbarco di migranti al porto di Cagliari, e ancora una volta enormi difficoltà per i cronisti nello svolgimento del proprio lavoro.
L’Ordine dei giornalisti della Sardegna prende atto, con rammarico, che si è ulteriormente inasprita l’azione della Prefettura tesa a ostacolare il lavoro dei colleghi, confinati in un angusto recinto di transenne posto lontanissimo dal punto di attracco dell’imbarcazione che trasporta i migranti, tale da rendere difficoltose perfino le fotografie e le riprese televisive, al solito senza alcun riparo da sole e pioggia.
19/09/2016

COMUNICATO

Ieri, in occasione della partita di calcio Torres – San Teodoro, valida per la terza giornata del Campionato nazionale dilettanti, il cronista e il fotografo del quotidiano La Nuova Sardegna non sono stati ammessi allo stadio “Vanni Sanna”. Come è stato spiegato loro, la società rossoblù ha ritenuto di dover sospendere i loro accrediti. Una volta pagato il biglietto, il collega e il fotografo sono entrati allo stadio, ma al primo è stato impedito l’accesso alla tribuna stampa, al secondo l’accesso al campo. Fatto ancora più grave, al giornalista è stato interdetto anche l’accesso alla sala stampa per le rituali interviste al termine della partita.
23/05/2016

MINACCE AI GIORNALISTI SUL WEB

All'avvicinarsi degli appuntamenti elettorali spesso si accendono gli animi e qualcuno è indotto a trascendere. I social network, e Facebook in particolare, diventano talvolta veicoli di insulti e persino di minacce. E' accaduto nei confronti della testata “Casteddu on line” che ha pubblicato articoli e notizie riguardanti candidati e partiti politici con contenuti contestati dagli interessati.
Così, nella bacheca di un personaggio politico di rilievo sono apparsi commenti con minacce dirette o indirette ai giornalisti di quella testata. Questo è inaccettabile e molto pericoloso per gli effetti che potrebbero produrre.
L'Ordine dei giornalisti della Sardegna condanna senza esitazione tali comportamenti e invita tutti ad un uso responsabile del Web e dei social network, anche nella pubblicazione dei commenti di terzi, nel rispetto della legge e dei rapporti di civiltà.
18/05/2016

Birocchi ascoltato dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato sulla Riforma dell’Ordine

La distinzione netta tra informazione e pubblicità costituisce uno degli elementi di garanzia per i lettori che maggiormente caratterizzano la trasparenza e l’autorevolezza della professione giornalistica. Lo ha dichiarato il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Sardegna Francesco Birocchi al termine della audizione presso la Commissione Affari Costituzionali del Senato sulla Riforma dell’Ordine. Troppo spesso  - ha aggiunto - si assiste ad invasioni di campo più o meno mascherate che rischiano di creare confusione tra articoli giornalistici e messaggi pubblicitari. Il Testo Unico dei doveri prescrive che “Il giornalista assicura ai cittadini il diritto di ricevere un’informazione corretta, sempre distinta dal messaggio pubblicitario attraverso chiare indicazioni”.