CDN 12-13 marzo 2019

A cura di Laura Trovellesi Cesana
 e Maria Annunziata Zegarelli

Vietato pubblicare foto scattate durante le udienze a porte chiuse. Disattesa altresì la norma deontologica che non consente la divulgazione di immagini di imputati con manette ai polsi. La responsabilità del direttore

E’ vietata la pubblicazioni di immagini scattate o riprese durante un dibattimento se il giudice ne ha disposto lo svolgimento a porte chiuse. Nel caso esaminato, avendo la foto per oggetto un imputato, il giornalista è venuto meno a un altro dettato deontologico che vieta la divulgazione di immagini di imputati ritratti con le manette ai polsi. Anche quando la foto pubblicata da un giornale online, come nella fattispecie, risultando di pessima qualità non lasciava intravvedere con chiarezza se l’imputato avesse o meno le manette, sebbene la posizione delle mani lo suggerisse. Affinché una foto risulti lesiva della dignità di una persona, infatti, ‘’non è necessario che siano visibili le manette ai polsi, perché si configura la violazione di norme deontologiche anche quando la foto documenta una costrizione fisica” (CDN 15 dicembre 2016 n. 53).
Sempre nel caso esaminato, peraltro, non essendo l’articolista iscritto all’Ordine spettava al direttore responsabile esercitare tempestivamente il controllo su quanto doveva essere pubblicato dal giornale, foto comprese, ed impedire che venissero commesse le violazioni poi contestate con riferimento all’art. 2 della Legge n. 69/1963 e all’art. 8, comma 3°, del Codice di deontologia relativo alle attività giornalistiche, per omesso controllo in merito alla pubblicazione della foto di un imputato con manette ai polsi. A tal proposito si rammenta che “l’omesso controllo, da parte del direttore, non si configura solo quando si viola volutamente la norma ma anche quando non si avverte il dovere di una più attenta verifica” (CDN 15 ottobre 2014 n. 28).

C.D.N. 12 marzo 2019, n. 14 – Presidente Giovanni Battista Faustini – Relatore Laura Verlicchi. Respinto il ricorso avverso delibera del Consiglio di Disciplina Territoriale dell’Ordine del Trentino Alto Adige (sanzione: censura).

Nell’ambito del procedimento deontologico l’assoluta genericità della contestazione rende nulla la deliberazione. La legittimità dell’azione deontologica

L’assoluta genericità della contestazione sia sotto il profilo del fatto contestato sia sotto il profilo delle norme violate rende nulla la deliberazione dell’organismo disciplinare di prime cure. Nel caso esaminato, la presunta violazione formulata all’indirizzo di un giornalista al centro del procedimento deontologico risultava del tutto indeterminata non essendo possibile ricondurla sia nell’ambito degli obblighi contenuti nella Legge 69/1963 sia nelle disposizioni contemplate dal Testo Unico dei doveri del giornalista.
Circa la legittimità dell’azione deontologica – altra questione emersa nel caso esaminato – va precisato che non vi è alcuna norma che stabilisca che il Consiglio di disciplina territoriale debba procedere solo su segnalazione del Consiglio regionale dell’Ordine, applicandosi l’art. 48 della legge citata – in combinato disposto con l’art. 8, comma 11, D.P.R. 137/2012 – che stabilisce l’avvio d’ufficio del procedimento disciplinare. Nessuna condotta deontologicamente scorretta, dunque, era stata messa in atto da parte dell’incolpato che aveva, tra l’altro, indicato la trasmissione di un esposto direttamente al Consiglio di disciplina territoriale di cui era componente, ragione per la quale il procedimento avviato a suo carico era stato trasferito ad altro collegio territoriale (art. 49 della Legge citata).

C.D.N. 12 marzo 2019, n. 13 – Presidente Giovanni Battista Faustini – Relatore Massimo Duranti. Accolto il ricorso avverso delibera del Consiglio di Disciplina Territoriale dell’Ordine dell’Umbria e di conseguenza annullata la delibera con la quale si comminava la sanzione della censura.

Cerca nel sito

IN EVIDENZA

Mobile phone icon

La nostra App é finalmente disponibile in versione per Android e Apple iOS, clicca qui per scoprire come scaricarla.

Archivio News

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close