Premessa

Il Comitato Esecutivo, nella riunione del 15 luglio 2020, ha stabilito di accettare ed esaminare le proposte di formazione in modalità streaming in via sperimentale e, nel caso di corsi conformi alle disposizioni regolamentari e alle indicazioni tecniche, di autorizzarli.

INDICAZIONI TECNICHE SULLA PROCEDURA DI CARICAMENTO IN PIATTAFORMA SIGEF E SULLE MODALITA’ DI SVOLGIMENTO

  1. I Consigli regionali dell’Ordine e gli Enti Terzi autorizzati inseriscono i corsi sulla piattaforma Sigef in modalità “in attesa di approvazione”, spuntando nella tendina relativa alla categoria “corsi in streaming”;
  1. È obbligatorio prevedere una durata massima di tre (3) ore e un numero massimo di partecipanti pari a cinquanta (50). Non sono previste eccezioni a tali regole;
  1. Prima dell’inizio del corso, con il foglio contenente i nominativi degli iscritti, stampabile da Sigef, si procede all’appello spuntando i presenti. Stesso appello andrà ripetuto al temine del corso.
  1. Prima dell’avvio della lezione i partecipanti devono essere chiaramente informati sulle regole da rispettare, il cui mancato rispetto comporta la non attribuzione dei crediti:
    1. non oscurare la telecamera, neanche momentaneamente
    2. non sono ammesse partecipazioni parziali, collegamenti ad evento iniziato, presenza solo in modalità audio
    3. ogni problema di natura tecnica va tempestivamente segnalata tramite chat interna alla piattaforma o via mail all’indirizzo di riferimento indicato preventivamente.
  1. Anche nel caso di corsi in streaming sono valide, per gli Enti Terzi, le seguenti disposizioni previste dal vigente Regolamento:
    1. 7, comma 11, lett. c: inviare al Cnog i fogli presenza con la spunta – anziché la firma – dei partecipanti;
    2. 7, comma 11, lett. d: prevedere tra i docenti almeno un giornalista in regola con l’assolvimento dell’obbligo formativo;
    3. Il carattere deontologico (unitamente ai due crediti formativi aggiuntivi) può essere riconosciuto a eventi erogati esclusivamente a titolo gratuito.

 

STAMPA QUESTA PAGINA