Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni Accetto

Esami di idoneità professionale, indetta la 140^ sessione. Gli scritti ad ottobre - Ordine Dei GiornalistiOrdine Dei Giornalisti

Ordine dei Giornalisti - Consiglio Nazionale

Esami di idoneità professionale, indetta la 140^ sessione. Gli scritti ad ottobre

04/07/2024

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei giornalisti ha indetto, a norma degli artt. 29 e 32 della Legge 3.2.1963 n. 69, dell’art. 45 del D.P.R. 4.2.65 n. 115 e successive modificazioni la 140ª sessione di esami per la prova di idoneità professionale per l’iscrizione nell’elenco dei giornalisti professionisti.

La prova scritta avrà luogo a Roma il 29 ottobre 2024 alle ore 8,30 presso l’Ergife Palace Hotel – Via Aurelia, 617. I candidati vengono convocati a partire dalle ore 8.30 con specifica comunicazione.

Alla prova scritta sono ammessi a partecipare i candidati che, alla data stabilita per lo svolgimento della suddetta prova, abbiano compiuto il prescritto periodo di praticantato giornalistico (art. 46, 1° comma, del citato D.P.R.).

Le domande di ammissione devono essere redatte su apposito modello on-line e inoltrate via PEC all’indirizzo esami@pec.cnog.it entro e non oltre il 31 agosto 2024. Non è ammessa la presentazione della domanda direttamente agli uffici del CNOG. Alla domanda devono essere allegati i documenti richiesti, pena inammissibilità della stessa.

Si ricorda che per la presentazione della domanda è necessario munirsi obbligatoriamente di PEC. Ogni comunicazione relativa all’esame verrà trasmessa a mezzo PEC.

Per ulteriori informazioni sugli esami è possibile scrivere a: esami@odg.it.

DOCUMENTI PER L'ISCRIZIONE

DOCUMENTI DA PRESENTARE

 

Per la partecipazione occorre inviare a esami@pec.cnog.it:

1) Domanda di ammissione (da compilare sull’apposito modulo on line, stampare e sottoscrivere);

2) Dichiarazione di compiuto tirocinio giornalistico (v.  modello dichiarazione direttore). Tale dichiarazione è sottoscritta dal direttore responsabile nel caso di praticantato aziendale o di praticantato presso una scuola di giornalismo autorizzata. Nel caso di riconoscimento di praticantato effettuato dal Consiglio regionale dell’Ordine, la dichiarazione è firmata dal presidente;

3) Copia di un valido documento di identità;   

4) Ricevuta del versamento di 300,00 euro (per diritti esami) oppure ricevuta di 50,00 euro (per integrazione rinnovo) nel caso di candidati già iscrittisi a precedente sessione ma impossibilitati a partecipare[1], corrisposto tramite PagoPA utilizzando il seguente link:

https://consiglionazionale.giornalisti.plugandpay.it/Integrazioni/AvvisoSpontaneoPAAnonimo

5) Curriculum contenente l’indicazione dei titoli di studio e delle più significative esperienze professionali svolte durante il praticantato. In particolare, il candidato deve indicare in quali servizi redazionali ha svolto il tirocinio. 

I candidati che compiano la pratica giornalista nel periodo compreso tra la data stabilita per la presentazione della domanda e quella fissata per la prova scritta, possono produrre la relativa dichiarazione prima dell’inizio della prova scritta.

candidati risultati inidonei a sessioni precedenti dovranno produrre:

  • Nuova domanda di ammissione (da compilare sull’apposito modulo on line, stampare e sottoscrivere);
  • Ricevuta del versamento di 300,00 euro (per diritti esami) corrisposto tramite PagoPA utilizzando il seguente link:

https://consiglionazionale.giornalisti.plugandpay.it/Integrazioni/AvvisoSpontaneoPAAnonimo

  • Copia di un valido documento di identità;   
  • Curriculum contenente l’indicazione dei titoli di studio e delle più significative esperienze professionali svolte durante il praticantato. In particolare, il candidato deve indicare in quali servizi redazionali ha svolto il tirocinio. 

La dichiarazione di compiuto tirocinio è già in possesso del Cnog e non deve essere ripresentata.

[1] Ai sensi della delibera del Comitato Esecutivo n. 277/2018, in caso di impossibilità a partecipare alla prova scritta, il candidato deve presentare entro e non oltre il giorno precedente la data dello scritto, un’istanza motivata in cui si richiede il trasferimento della quota d’esame (pari a 250,00 euro) esclusivamente alla sessione successiva alla quale si potrà accedere presentando una nuova domanda di partecipazione ed effettuando un nuovo versamento della somma di 50,00 euro per diritti di segreteria.

 

VERIFICA REQUISITI PC

Premessa Il programma per lo svolgimento delle prove d’esame viene eseguito con un apposito Sistema Operativo, fornito dal Consiglio nazionale il giorno dell’esame. Il S.O. verrà caricato interamente nella memoria volatile (RAM) del proprio computer, il programma di scrittura si avvierà automaticamente subito dopo. Durante l’esame, nulla verrà scritto su disco fisso del computer poiché gli elaborati verranno salvati solo sulle due penne USB, una principale e una per la copia di backup, fornite entrambe dal Consiglio nazionale.

Caratteristiche minime del personal computer Computer portatile dotato di due porte USB libere e perfettamente funzionanti, in caso di necessità di utilizzo di un mouse è necessario avere a disposizione un’ulteriore porta usb libera o dotarsi di un apposito HUB (replicatore di porte usb), in presenza di sole porte di tipo USB-C è necessario dotarsi di adattatore. La batteria del portatile deve consentire un’autonomia sufficiente a superare eventuali black-out dell’alimentazione di rete (la sala dell’Ergife nella quale lavorerete ha un gruppo di continuità che vi garantirà tutta l’energia necessaria). Piattaforma processore: Intel/AMD a 64 bit, il processore M1 presente su portatili Apple di ultima generazione non è supportato. Memoria RAM: 2Gb o superiore. Disco fisso: non viene usato. Sistema Operativo: non viene usato. Autonomia batteria: almeno 10 minuti. Non sono pienamente supportati i convertibili cioè tablet dotati di tastiere, per cui se ne sconsiglia l’uso. Non è possibile utilizzare Chromebook PC dotati del sistema operativo di Google. 

Nota bene L’art. 44-bis del D.P.R. 115/1965 prevede che per lo svolgimento della prova scritta di cui all’articolo  44 è consentito  l’utilizzo  di  elaboratori   elettronici   (personal computer) nella disponibilità dei candidati, o eventualmente forniti dal Consiglio nazionale dell’ ordine  dei  giornalisti,  in  cui  sia inibito l’accesso a qualunque  memoria  che  non  sia  preposta  alle funzionalità dell’ elaboratore necessarie per l’effettuazione  della prova, nonché a qualunque dispositivo di comunicazione con l’esterno e il cui programma di videoscrittura, fornito  dalla  commissione  su supporto informatico  privo  di  qualsiasi  altro  dato  al  fine  di garantire  l’anonimato  dell’elaborato,   assicuri   uniformità di carattere e di spaziatura. La normativa consente quindi ai candidati di usare un computer che sia nella loro disponibilità e che sia idoneo all’inibizione della memoria interna secondo le modalità tecniche sopra precisate. Il candidato che non abbia disponibilità di un personal computer idoneo ai sensi dell’art. 44-bis del D.P.R. 115/1965 può beneficiare dell’utilizzo di un computer sostitutivo fornito dal CNOG.

PROVE D'ESAME

LE PROVE

La prova scritta

La prova scritta prevista dall’art. 32, 1° comma, della Legge 69/1963, consiste in:

  • un articolo di 45 righe (pari a 2.700 battute, spazi compresi) da sviluppare sulla base di una delle 16 tracce (interni, esteri, economia, cronaca, attualità, cultura-spettacoli, moda, sport) proposte dalla commissione. Per questa prova saranno tollerate 180 battute in più o meno;
  • una sintesi di 30 righe (pari a 1.800 battute, spazi compresi) di uno dei due testi proposti dalla commissione. Saranno tollerate 120 battute in più o meno;
  • 6 quesiti su temi relativi all’ordinamento della professione giornalistica e al suo esercizio (norme giuridiche attinenti al giornalismo: elementi di diritto pubblico; ordinamento giuridico della professione di giornalista e norme contrattuali e previdenziali; norme amministrative e penali concernenti la stampa; elementi di legislazione sul diritto di autore). Le risposte dovranno essere contenute in un massimo di 400 battute, spazi compresi).

I candidati hanno a disposizione 6 ore a partire dalla consegna delle tracce estratte.

La prova orale

La prova orale consiste in un colloquio diretto ad accertare la conoscenza dei principi dell’etica professionale, delle norme giuridiche attinenti al giornalismo e specificatamente delle tecniche e pratiche inerenti all’esercizio della professione.
In particolare è richiesta la conoscenza delle seguenti materie:

  1. Elementi di storia del giornalismo;
  2. Elementi di sociologia e di psicologia dell’opinione pubblica;
  3. Tecnica e pratica del giornalismo: elementi teorici fondamentali; esercitazione di pratica giornalistica;
  4. Norme giuridiche attinenti al giornalismo: elementi di diritto pubblico; ordinamento giuridico della professione di giornalista e norme contrattuali e previdenziali; norme amministrative e penali concernenti la stampa; elementi di legislazione sul diritto di autore;
  5. Etica professionale;
  6. I media nel sistema economico italiano;

Lo svolgimento della prova orale comprende anche la discussione di un argomento di attualità, liberamente scelto dal candidato e anticipato con una tesina (scritta o multimediale), nel settore della politica interna, della politica estera, dell’economia, del costume, dell’arte, dello spettacolo, dello sport, della moda o in qualsiasi altro campo specifico nel quale egli abbia acquisito una particolare conoscenza professionale durante il praticantato. Analoga scelta può essere compiuta dal candidato nella materia delle norme giuridiche attinenti al giornalismo.

La discussione della prova orale avrà inizio, ai sensi dell’art. 44, comma 3°, del D.P.R. 115/1965, con l’illustrazione da parte di un membro della commissione dell’elaborato presentato dal candidato attraverso alternativamente:

–         un articolo scritto (al massimo 5.500/6.000 battute);

–         un longform ipertestuale (parte testuale al massimo 5.000 battute) accompagnato da un abstract indicativamente di 15 righe che ne descriva l’organizzazione tecnica e il contenuto;

–         un video (durata massima tre minuti) accompagnato da un abstract indicativamente di 15 righe che ne descriva l’organizzazione tecnica e di contenuto;

–         un audio (durata massima tre minuti) accompagnato da un abstract indicativamente di 15 righe che ne descriva l’organizzazione tecnica e di contenuto.

Il colloquio, previsto dal richiamato art. 44, ha la finalità sia di mettere il candidato a suo completo agio sia di valutarne le capacità di ricerca e di indagine, di attitudine alla inchiesta e di acume critico, di discernimento e di sintesi.

Il materiale (in formato pdf oppure video MP4 o formato audio MP3) dovrà pervenire, almeno tre giorni (lavorativi) prima della data della convocazione del candidato per la prova orale, alla Segreteria della Commissione Esami – Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, tramite posta elettronica certificata esami@pec.cnog.it ovvero tramite email esami@odg.it.

URL pagina: https://www.odg.it/esami-di-idoneita-professionale-indetta-la-140-sessione/57454