Oltre 40 mila persone hanno partecipato a Foggia alla XXIII Giornata della memoria e dell’impegno per le vittime delle mafie. Il corteo dopo aver sfilato per le strade principali della città si è fermato in piazza Cavour dove dal palco sono stati letti i nomi delle 972 vittime innocenti delle mafie.

Erano presenti alla manifestazione rappresentanti dei giornalisti italiani, tra cui il presidente e il segretario della Fnsi, Giuseppe Giulietti e Raffaele Lorusso, il segretario dell’Usigrai, Vittorio Di Trapani, il segretario dell’Ordine nazionale dei giornalisti Guido D’Ubaldo e il presidente di Articolo21, Paolo Borrometi. Hanno sfilato moltissimi giovani e rappresentanti delle associazioni provenienti anche da fuori regione.

In testa al corteo, don Luigi Ciotti, presidente di Libera.

Numerose le istituzioni presenti: la presidente della Commissione parlamentare Antimafia, Rosi Bindi; il procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero De Raho; il presidente del Senato, Pietro Grasso; il sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro; il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta, il sindaco di Foggia, Franco Landella e quello di Vieste, Giuseppe Nobiletti.

La giornata, intitolata ‘Terra, solchi di verità e giustizia’  si è svolta simultaneamente in migliaia di luoghi d’Italia, in Europa e in America Latina.