Autore: Elena Ferrante

Editore: e/o (2019), pag. 113, Euro 18,00

È una raccolta degli scritti, dal 20 gennaio 2018 al 12 gennaio 2019, per una rubrica settimanale su “The Guardian”. Oltre cinquanta brevi testi originali ed anticonformisti: dall’autocensura alla nazionalità linguistica, al potere patriarcale. I testi sono accompagnati dalle illustrazioni di Andrea Ucini.

L’articolo del 12 maggio “La scrittura che urge” comincia così: “Chi sente il bisogno di scrivere deve assolutamente scrivere”. In quello del 14 luglio “Notizie a catinelle”, l’Autrice scrive: “Da ragazza occhieggiavo solo qualche titolo di quotidiano e guardavo il telegiornale senza alcuna continuità. È stato il crescente interesse per la politica, esploso intorno ai vent’anni, che mi ha spinta ad accumulare notizie. Nell’articolo del 15 settembre, Elena Ferrante precisa che nelle interviste l’intervistato affida il corpo, le espressioni del viso, gli occhi, la gestualità, e soprattutto l’oralità – un discorso appunto improvvisato, umorale, ma mal connesso alla scrittura dell’intervistatore.

Nota: I titoli dei testi, raccolti in queste pagine, modellano una mappa in movimento, definita di volta in volta dall’occhio del lettore.

Elena Ferrante scrittrice “fantasma” è Autrice dell’Amore molesto, da cui è stato realizzato l’omonimo film. Nel volume La frantumaglia ha raccontato la sua esperienza di scrittrice.

Andrea Ucini, illustratore, collabora con The New York Times, The Washington Post, The Wall Street Journal e The Guardian, per il quale ha illustrato la rubrica settimanale della Ferrante.