Il Ministero dell’Interno ha diffuso il report relativo alle minacce e alle aggressioni a danno dei giornalisti registrate  nel primo trimestre. In allegato il rapporto completo con tutti i dati e le infografiche realizzato dal Servizio Analisi Criminale – Direzione Centrale Polizia Criminale del Dipartimento di Pubblica Sicurezza.

Nel primo trimestre del 2022 sono stati censiti 44 episodi (-30% rispetto allo stesso periodo del 2021 in cui erano stati registrati 63 eventi), dei quali 5 riconducibili a contesti di criminalità organizzata (11%), 24 a contesti politico/sociali (55%) e 15 riferibili ad altre fattispecie (34%).

Le intimidazioni tramite web risultano 12, seguite dalle scritte ingiuriose/minacciose (8), dalle aggressioni fisiche (7), dalle minacce verbali (6) e dai danneggiamenti (6). Si sono, altresì, verificati tre episodi di invio di missive minatorie e due di invio di un proiettile in busta chiusa. Con riferimento alle minacce via web (pari al 27% del totale degli eventi), i mezzi più diffusi sono risultati i social network, in particolare Facebook con 6 episodi.

Nel primo trimestre 2022, 10 atti intimidatori (pari al 22% del totale) sono stati consumati nei confronti di giornaliste, mentre 23 episodi intimidatori (pari al 51%) sono stati indirizzati nei confronti di uomini. La percentuale residuale del 27% ha riguardato condotte intimidatorie in danno di sedi giornalistiche o di troupe non meglio specificate.

Le regioni che nel periodo in esame hanno fatto registrare il maggior numero di eventi sono Lombardia, Lazio, Campania e Calabria. In queste 4 regioni si sono verificati complessivamente 25 episodi (pari al 56,8% del totale degli atti intimidatori consumati nel trimestre in riferimento).

Roma è risultata la provincia con il numero maggiore di episodi (7), seguita da Napoli con 4 e da Milano con 3. Per alcuni atti intimidatori non risulta sia stata presentata da parte della vittima denuncia-querela, mentre in altri casi la parte offesa si è riservata di presentarla in un momento successivo. Nei primi tre mesi del 2022 si sono verificati 14 episodi intimidatori connessi alle campagne informative relative all’emergenza pandemica. In totale nel 2021 gli episodi analoghi censiti erano stati 53.

Il rapporto completo con le infografiche:

MINACCE GIORNALISTI MinInterno Report 1°-Trim-2022

STAMPA QUESTA PAGINA