“La professoressa che ha commentato sui social ‘uno di meno’ a proposito del brutale assassinio del carabiniere Mario Cerciello Rega  risulta essere iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Piemonte. Il suo  è un commento indegno  a maggior ragione per  chi appartiene ad un albo professionale, con  delle scuse che assomigliano a lacrime di coccodrillo.
L’autrice dovrà rispondere al Consiglio di Disciplina del Piemonte cui sarà segnalata, salvo una verifica su eventuale omonimia.
L’Ordine dei Giornalisti ritiene necessario intervenire ovviamente su qualunque scomposta esternazione sui social da parte dei suoi iscritti che, è bene ricordarlo,  sono   tenuti al rispetto della deontologia in tutte le sedi e su tutti i mezzi di comunicazione.”

Lo afferma il presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Carlo Verna